Carrello Linde K per corsie strette nel magazzino
Stabile

Controllo attivo della stabilità per carrelli a corridoio molto stretto

Una gestione efficiente dei carichi in magazzini con scaffalature alte si riduce a pochi millimetri. I carrelli per corsie molto strette svolgono il loro lavoro a grandi altezze. I corridoi sono stretti e le distanze dallo scaffale devono essere determinate con precisione. A causa di ciò, qualsiasi piccola irregolarità nel pavimento del magazzino può diventare un problema e causare oscillazioni pericolose per il carrello.

Prima di mettere in funzione un nuovo carrello VNA, un tecnico dell'assistenza deve assicurarsi che tutti i corridoi del magazzino possano essere percorsi senza rischi per la sicurezza. Se i pavimenti sono irregolari, il tecnico deve ridurre la velocità massima del carrello: ciò si traduce in una riduzione delle prestazioni di movimentazione e di conseguenza in perdite economiche.

Molti operatori di magazzino hanno dovuto affrontare questo problema in passato, ma ora Linde Material Handling fornisce una soluzione innovativa con il suo sistema di assistenza Active Stability Control (ASC) per il controllo attivo della stabilità Linde K.



Il modello K diventa ancora più efficiente

Il carrello per corsie molto strette K consente di ottenere le massime prestazioni nella movimentazione di merci in magazzini con scaffalature alte. Il carrello elevatore combinato viene impiegato in corsie molto strette fino a 1400 mm e raggiunge un'altezza di sollevamento massima di 18 metri. Il carrello si solleva molto rapidamente (fino a 0,6 a 160 m/s) e può accelerare allo stesso tempo Può essere guidato ad altissima velocità anche a grandi altezze di sollevamento e fino ad un massimo di 14km/m di traslazione sotto il controllo di un operatore.

Il modello K dispone di una serie di sistemi intelligenti di assistenza e sicurezza che supportano il conducente nello stoccaggio e nel prelievo rapido e semplice delle merci. L'Active Stability Control completa tali sistemi e rende il modello K ancora più efficiente: Il sistema riconosce le irregolarità tra i lati destro e sinistro della corsia e uniforma automaticamente gli urti e le vibrazioni, consentendo al carrello di ottenere le massime prestazioni di movimentazione anche su piani non ottimali.

Massima velocità, performance assoluta

I pavimenti per i carrelli a corridoio molto stretto devono soddisfare condizioni specifiche per garantire prestazioni di movimentazione ottimali e la massima sicurezza. Per ottenere le massime prestazioni, i pavimenti devono soddisfare i requisiti della norma VDMA "Pavimentazioni adatte all'utilizzo dei carrelli elevatori VNA" e rispettare le tolleranze richieste. Se le condizioni del pavimento del magazzino non soddisfano questi requisiti, i carrelli non possono lavorare al massimo delle prestazioni e la loro movimentazione diminuisce. Poiché il controllo attivo della stabilità compensa le irregolarità, il carrello K può sfruttare la sua velocità massima anche su pavimenti che non soddisfano i requisiti ottimali.

Il carrello Linde K per corsie strette con l'Active Stability Control

Ecco come funziona la stabilità

L'Active Stability Control si basa su un sistema elettromeccanico controllato da un sensore. I sensori scansionano il pavimento davanti alle ruote di carico del carrello per rilevare eventuali irregolarità. Se il sistema rileva irregolarità tra i lati destro e sinistro della corsia, le ruote di carico si adattano molto rapidamente e compensano le irregolarità del pavimento. In questo modo si garantisce la stabilità del carrello durante la guida e si riduce significativamente il dondolio dell'albero.

Massima potenza sui pavimenti di tutti i magazzini

Magazzini preesistenti

L'Active Stability Control è un'alternativa economica nei magazzini in cui i pavimenti esistenti non offrono i presupposti necessari affinché il carrello K possa funzionare a piena capacità. Se un cliente vuole aumentare le prestazioni di movimentazione dei suoi carreli per corsie strette, ha due opzioni: può far correggere i pavimenti, una scelta spesso estremamente costosa, oppure investire in carrelli K con Active Stability Control per ottenere lo stesso livello di potenza.

Magazzini di nuova costruzione

Anche per magazzini di nuova costruzione vale la pena affidarsi all'Active Stability Control. Succede spesso che la qualità del pavimento del magazzino non corrisponda ai requisiti richiesti. Se il dislivello del pavimento è superiore al valore di tolleranza VDMA, i conducenti devono regolare la velocità di marcia; in alternativa il cliente dovrà far fronte a costose modifiche alla superficie di lavoro.

Magazzini in affitto

L'Active Stability Control è particolarmente vantaggioso per aziende che non possiedono una superficie propria ma hanno preso in affitto un capannone. In questo caso non hanno la possibilità di far riparare il pavimento del magazzino. Se invece utilizzano l'Active Stability Control possono tuttavia garantire la massima performance dei loro carrelli VNA.

Sicurezza e comfort

L'Active Stability Control presenta numerosi vantaggi anche per il conducente del carrello VNA: la comodità alla guida è superiore, così come anche la sensazione di sicurezza. Tutte le scosse a cui il carrello elevatore è sottoposto su un pavimento non piano vengono trasmesse direttamente alla cabina del conducente. Nelle operazioni fino a 18 metri di altezza le distanze di sicurezza sono solitamente sufficienti, ma il conducente avverte lo stesso ogni vibrazione. Il nuovo sistema compensa le aplanarità dalla corsia sinistra a quella destra e consente di operare in modo silenzioso e senza difficoltà. Riduce al minimo le oscillazioni del montante e della cabina del conducente e fa sì che il conducente si senta stabile e sicuro anche molto in alto.


Disponibilità

Il carrello K può essere consegnato franco fabbrica dotato dell'Active Stability Control. In alternativa, può essere anche configurato in modo tale che l'Active Stability Control possa essere installato successivamente, se necessario. Questa scelta è particolarmente interessante per proprietari di magazzini che non conoscono la qualità del loro pavimento futuro. In questo caso possono far semplicemente preparare il modello K per l'ASC al momento dell'ordine. Se la qualità del pavimento dovesse rivelarsi effettivamente scarsa, il sistema può così essere ammodernato senza difficoltà per impedire una perdita di performance del carrello elevatore.

Riepilogo dei vantaggi

  • Rispetto della Direttiva della VDMA non assolutamente necessario
  • Pavimento DIN-18202 (secondo tab. 3, riga 3) può essere sufficiente
  • Massime prestazioni di guida nonostante pavimenti di qualità non ottimale
  • Prestazioni ottimali nella movimentazione
  • Nessuna necessità di ristrutturare il pavimento
  • Costi ridotti
  • Sicurezza a velocità massima
  • Più comfort per il conducente
  • La riduzione delle vibrazioni protegge tutti i componenti del carrello sopra le ruote di carico

Live Chat
Vorremmo consigliarti personalmente tramite la nostra Live Chat. Per questo abbiamo bisogno del suo consenso per i nostri cookie di chat.